Archivi tag: Boca

Diario di viaggio (giorno 1)

Quando si dice “una giornata interminabile”. Il viaggio finora è stato tutto un correre dietro alle coincidenze, il treno per Roma che giustamente rimane fermo in aperta campagna, prendere al volo la navetta per l’aereoporto, cercare mio padre nei meandri dei parcheggi di Fiumicino, il volo dell’esigua durata di quattordici ore…coincidenze insomma. Fin da quell’altitudine ho iniziato ad avvertire il calore della gente, fare conoscenze non sarebbe certo stato un problema. Poche parole su Buenos Aires, visto che oggi eravamo qui solo di passaggio, che ci torneremo e che la mia autonomia sta scemando: la città è enorme, difficile immaginarsi quanto davvero lo sia, ed in ogni dove è possibile scorgere segni del fatto che è viva. Plaza de Mayo è ancora piena di striscioni e transenne, segni dell’ultima ed evidentemente recente manifestazione popolare. Circondata dagli edifici più importanti della città, come la Casa Rosada, sede del governo, è il luogo dove le madri dei desaparecidos vengono a ricordare la scomparsa dei figli. La Boca è sicuramente una delle più straordinarie esplosioni di colore che possa capitare di vedere nella vita, nonostante la sua notoria povertà. E’ una forma di profitto, un mezzo di sostentamento per chi abita lì, ma il quartiere è costantemente una festa di artisti di strada, dipinti, oggetti impensabili e tango; i ballerini hanno un quid che ti affascina a tal punto che ti perdi a guardarli, e non sai spiegarti il perchè. Le strade esplodono di gente, infinite tipologie di persone, che ti verrebbe da passare giornate intere a guardare i loro volti ed immaginarne la storia. Non si trovano molti cassonetti della spazzatura, è più comune trovare montagne di spazzatura abbandonata per strada, a volte vedere persone che vi rovistano, non di rado bambini; queste immagini insieme agli edifici titanici delle multinazionali minano un paesaggio altrimenti irreale, come degli estranei in una foto di famiglia. Ora sono davvero stanco, riprenderò domani. Ad ogni modo, isolati dal mondo che quotidianamente ci appartiene, non si stà affatto male.

Lascia un commento

Archiviato in Episodi